2002

La grande rivoluzione del 2002 consiste nel portare a primavera entrambi i campionati senior, per lasciare la stagione autunnale solamente al campionato giovanile.

La Winter League si trasforma in Silver League, sempre a nove giocatori, e si disputa in contemporanea con la seconda parte della Golden league. Ancora una volta: Lions imbattuti e vincitori del quinto Superbowl di fila (sesto assoluto, record dei Frogs eguagliato), ancora una volta contro i Dolphins Ancona.

In Silver League i Titans Romagna riconfermano il titolo del football a 9 vinto l’inverno precedente, battendo i Guelfi Firenze in un emozionante Silver bowl.

A luglio viene ufficializzata la nascita di una nuova Federazione di Football Americano, la FIDAF: formata principalmente da squadre del Sud fuoriuscite dalla FIAF, la nuova Federazione, come primo atto pubblico, organizza una selezione di giocatori che affrontano a Trieste gli sloveni Silverhawks Lubiana, vincendo 8-0. Presidente l’Onorevole Leoluca Orlando, esponenti di spicco Alfonso Genchi e Alessandro Quartararo Benzo, Consiglieri Federali; per circa tre anni opererà solamente al Sud con sei squadre, le Sei Stelle FIDAF: Corsari Palermo, Delfini Taranto, Elephants Catania, Dragons Brindisi, Vipers Casteldaccia, Briganti Napoli, con la collaborazione arbitrale dell’AIAFA. Saranno gli Elephants Catania ad aggiudicarsi il primo titolo FIDAF.

A distanza di pochi mesi si costituisce la NFLI denominata la “lega delle squadre”. La nuova NFLI comincia ad operare come una Federazione Sportiva, sotto l’egida assicurativa AICS. Il movimento sportivo del football americano viene “de facto” privatizzato e indirizzato verso l’amatorialità.

2003

Ancora cambiamenti per i campionati, un altro passo verso il ritorno del football italiano ad una struttura organizzata in diverse serie.

La Golden League conta al via cinque squadre, mentre dodici si danno battaglia nella Silver League che torna ad essere giocata ad 11. Il football a 9 vede invece due campionati distinti, uno a livello nazionale ed uno a livello regionale: in tutto altre dodici.

In Golden League i Lions mettono il sesto sigillo consecutivo al campionato, portando la striscia di imbattibilità in Italia a 53 partite con una schiacciante vittoria per 45-0 al Superbowl disputato a Civitanova Marche contro i Dolphins Ancona. Sempre a Civitanova le Aquile Ferrara vincono il loro terzo Silver bowl, battendo in finale la squadra rivelazione del 2003, i Seagulls Salerno.

Nei due campionati a nove giocatori trionfano i Guelfi Firenze che, di fronte a ben seimila spettatori, schiantano al Franchi di Firenze i Crusaders Cagliari nel Nine Bowl I; per quanto riguarda la NorthWestern Conference, i Rhinos Milano hanno la meglio per 35-12 sui Chargers Novi Ligure. E’ l’ultimo Campionato che la NWC gestirà come lega indipendente.

Finisce in Europa il dominio bergamasco. A Vienna infatti, i Lions vengono sconfitti in semifinale per un solo punto in overtime dai Vienna Vikings, che poi perderanno la finale contro Braunschweig, interrompendo così la più lunga striscia vincente in Europa per una squadra di Club. Dalla sconfitta ai quarti di finale contro i Frogs nel 1999, i bergamaschi hanno inanellato 60 vittorie consecutive tra campionato e coppe europee, record che resiste ancora ai giorni d’oggi e che sarà difficilissimo da battere.

Il 22 Ottobre Muore Bruno Beneck, fondatore della LIF e del mito di Castel Giorgio, uno dei padri fondatori del nostro sport. I Gladiatori Roma, in suo onore, gli dedicheranno un Memorial ospitando una rappresentativa semiprofessionistica USA in quello Stadio dei Marmi dove sono sempre stati protagonisti.

La FIDAF organizza il campionato Eleven League la cui finale sarà disputata al Borsellino di Palermo tra Elephants Catania e Sharks Palermo, questi ultimi vincenti per 18-14 in una sfida molto combattuta.

2004

Vengono abbandonati i termini “Golden”, “Silver” e “Nine” ed si ritorna all’antico: Serie A, Serie B e Serie C.

Visto l’aumento del numero di squadre ed il rientro di alcune, AIAFA stringe un accordo di collaborazione per tornare ad arbitrare le fare con la NFLI.

La Serie A, inizialmente a dieci squadre, deve registrare la defezione all’ultimo istante dei Frogs oramai lontani dai blasoni di una volta, ed è costretta a disputare un campionato “zoppo” la cui formula si rivela però vincente: girone unico e partita secca tutti contro tutti.
Dietro alla corazzata Lions c’è un’autentica bagarre per aggiudicarsi il posto in finale: la spuntano per la quarta volta consecutiva i Dolphins Ancona, ma ancora una volta i Leoni orobici riescono a strappare il settimo titolo consecutivo per un solo punto. La Serie B vive un campionato avvincente e pieno di sorprese.

La FIDAF sospende ogni attività sportiva, limitandosi ad organizzare alcuni tornei minori locali.

I Blacks Rivoli, i Guelfi Firenze e gli Elephants Catania dominano i propri gironi, ma solo i siciliani arriveranno in finale contro i Panters Parma. quest’ultimi vinceranno il campionato.

La serie C raggruppa due leghe a carattere regionale: la North Western Conference e la Central Southern Conference. Nella NWC i Red Jackets conquistano il titolo battendo in finale i favoriti Rhinos Milano. Stesso copione nella CSC: i Barbari dominano la conference per perdere poi la finale in casa contro i Crusaders Cagliari.

Gli isolani non si fermano qui: nella finale nazionale sconfiggono anche i Red Jackets conquistando così il titolo della Serie C.

In campo europeo i Lions riconquistano la finale della neonata European Football League, ma ancora una volta i Vienna Vikings sono troppo forti per loro.

Il 24 Luglio trentaquattro società vengono convocate ad una assemblea FIAF per le rielezione del Presidente e del Consiglio a Cà Marta (Sassuolo). L’assemblea risulta in un nulla di fatto a causa della disapprovazione di alcune società per la gestione della NFLI.