PaoloCrosti

“Big Ram” è il soprannome di Paolo Crosti, milanese, classe 1953, personaggio estremamente noto nel mondo della palla lunga un piede, uno dei padri fondatori del football americano “made in Italy”. Il Covid-19 l’ha strappato alla vita, alla moglie Tiziana e alla grande famiglia degli arieti il 21 marzo 2020.

Nel 1978 fondò i Black Devils, che divennero poi i Rams di Milano, una delle “cinque stelle” dell’AIFA e squadra cui Paolo Crosti ha dedicato tutta la sua vita, ricoprendo ogni ruolo fosse necessario: giocatore, presidente, head coach, magazziniere, addetto stampa, psicologo, papà e amico fraterno.

Fermo sostenitore dello sport in generale e del football nello specifico come strumento per la formazione individuale, Paolo ha saputo dimostrare negli anni, con i successi scolastici ed universitari dei suoi giocatori, la validità della propria tesi.
Fondatore e giocatore dal 1979 dei Rams, esordì contemporaneamente nel backfield della difesa bianco-verde e come RB in attacco per approdare negli anni seguenti al ruolo definitivo di QB, ne divenne poi allenatore dal 1985.

Laureato in psicologia nel 1980, è stato uno dei primi ad utilizzare la psicologia dello sport, dedicando i suoi sforzi alla prevenzione delle tossico dipendenze. Il quarterback numero 33 e general manager dei Rams, dottor Paolo Crosti, fu insignito di un prestigioso premio da parte della Drug Enforcement Administration del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per il contributo dato alla lotta contro la diffusione degli stupefacenti.
Ha scritto tre saggi, “Rams, trenta anni da cornuti; “Rams ! Is enough” e l’ultimo “Il modello Rams. Lo zen della palla ovale: ovvero come crescere iarda dopo iarda. Una proposta educativa” (scritto con Marco Ghezzi e Fabio Rancati).

Paolo “Big Ram” Crosti

(3 marzo 1953 – 21 Marzo 2020)